image Hotel Luxor

Vacanza in libertà!

Pacchetto per la tua vacanza al mare a Rimini

Questa è una
Offerta in Corso
Affrettati!
Vacanza in libertà!
   Verifica Disponibilità

Stai cercando idee first minute per la tua vacanza al mare 2021? Per aiutarti ecco un’offerta unica e super conveniente!

 
 
 

Speciale Estate 2021

Scegli tu quanto risparmiare:
 

1. SCONTO FINO AL 10%
Se prenoti almeno 3 notti 
 
 

2. SCONTO FINO AL 15%
"Offerta segreta" Basta iscriverti alla nostra newsletter
 

 

 

 

Offerta vacanze a Rimini, emozione da non perdere!

 

Come vedi nella mappa, grazie alla nostra posizione puoi raggiungere facilmente il mare e il centro di Rimini:

 

 
 

Ecco cosa non puoi perderti di Rimini:

  • Il Ponte di Tiberio: iniziato da Augusto nel 14 e completato da Tiberio nel 21 d.C., come ricorda l'iscrizione che corre sui parapetti interni, si impone per il disegno architettonico, la grandiosità delle strutture e la tecnica costruttiva, si sviluppa in cinque arcate che poggiano su massicci piloni muniti di speroni frangiflutti ed impostati obliquamente rispetto all’asse del ponte.Punto di sosta da non perdere è la nuova piazza sull’acqua che, affacciata sull’invaso, consente un suggestivo scorcio del ponte di Tiberio e una passeggiata pedonale raso acqua sul bordo del bacino.

  • L'Arco d'Augusto: il più antico arco conservato nell'Italia settentrionale. Segna l'ingresso alla Città, per chi proviene dalla Flaminia, la via tracciata dal console Flaminio nel 220 a.C. per collegare Roma a Rimini. Eretto nel 27 a.C. come porta onoraria, esprime la volontà del Senato di celebrare la figura di Ottaviano Augusto, così come manifestato dall'iscrizione posta sopra l'arcata. Il monumento si inseriva nella cinta muraria più antica, della quale ai suoi lati sono visibili i resti, in blocchi di pietra locale. Oggi si presenta isolato in seguito all'intervento di demolizione dei corpi adiacenti, eseguito negli anni '30.

  • Il Tempio Malatestiano: il Tempio di Sigismondo Pandolfo Malatesta, signore di Rimini dal 1432 al 1468, sorge ove era prima la Chiesa di S. Maria in Trivio e, dal XIII secolo, la Chiesa di S. Francesco. Quest'ultima era  decorata da pitture oggi perdute ad eccezione del Crocifisso di Giotto, unica opera dell’artista a Rimini, risalente alle soglie del ‘300.  All'eleganza dell'esterno, fa riscontro la ricchezza della decorazione interna, vicina ai modelli di corte. Matteo dei Pasti e Agostino di Duccio operarono con una sensibilità quasi pittorica al rivestimento marmoreo delle sei cappelle laterali.

  • Borgo San Giuliano: nato intorno all’anno Mille, era l’antico quartiere dei pescatori. Oggi le case qui sono molto ricercate ed è un piacere passeggiare fra e sue stradine e piazzette, classico esempio di antica edilizia popolare, povera, di sapore medievale, ma perfettamente ristrutturate. Nell'atmosfera carica di poesia, si respira ancora quello spirito anarchico e creativo che ha caratterizzato da sempre i suoi abitanti.E' il luogo adatto per assaporare  i sapori tipici della cucina romagnola, così come per una cenetta romantica a lume di candela... a due passi dal ponte di Tiberio, attualmente pedonalizzato. 

  • Piazza Cavour: anticamente chiamata piazza del Comune o della fontana. Nel Medio Evo qui era il centro della vita cittadina. Oggi però non rispecchia più la conformazione medievale, anche se conserva ancora l'antica fontana pubblica attorno alla quale si svolgeva il mercato del pesce e della verdura. Da un lato si affacciano sulla piazza negozi e caffè, dall'altro si allineano i palazzi storici: palazzo Garampi (sede del Comune), palazzo dell'Arengo e  palazzo del Podestà. In fondo alla piazza il Teatro Galli, inaugurato nel 1857 da Giuseppe Verdi.

  • Domus del Chirurgo: nella zona settentrionale dello scavo di piazza Ferrari. Risalente al II sec. d.C., è uno splendido esempio di architettura romana, con le sue stanze dai pavimenti musivi e i soffitti e le pareti decorate da affreschi policromi. La casa ha restituito una gran quantità di reperti, di cui il principale è una cassetta contenente 150 ferri chirurgici. Grazie ad essi si è potuta ricostruire l’identità del padrone di casa: un medico militare proveniente probabilmente dalla Grecia. La domus venne distrutta da un incendio verso la metà del III secolo ad opera di una scorreria di Alemanni.

  • Il Teatro Galli: fu progettato nel 1841 e costruito tra il 1843 ed il 1857 dall’Architetto Luigi Poletti di Modena – che realizzò anche i teatri di Fano e Terni – applicando ai massimi livelli tutti i principi dell’architettura neoclassica e avvalendosi delle migliori maestranze per la realizzazione degli stucchi e dei decori di sala.Durante la Seconda Guerra Mondiale due bombe danneggiarono la zona del palcoscenico e quella della sala provocando, nel complesso, danni non irreparabili. Danni irreparabili si ebbero invece a seguito dei saccheggi e delle demolizioni successive, quando la parte danneggiata venne usata come cava di materiali da costruzione. Il foyer, comprendente le scale circolari di accesso e il ridotto, non subì invece danni e a periodi alterni fu utilizzato fino al 2011, anno in cui sono iniziati i lavori di restauro conclusi nel 2015.

  • Castel Sismondo: La residenza-fortezza di Sigismondo Pandolfo Malatesta, signore di Rimini dal 1432 al 1468, coniugava l'intento celebrativo con l’esigenza difensiva. La demolizione degli edifici fra il Castello e la piazza comunale ne accentuò la posizione dominante e la mole malatestiana primeggiò sulle sedi del potere civile e religioso. La fortezza si imponeva per la possenza di torri e mura munite di scarpate, per l'ampio fossato, per la grandiosità del mastio che, intonacato di bianco, si stagliava contro il rosso della torre d'ingresso. L’apparato difensivo, approntato con la consulenza di Filippo Brunelleschi, era dotato di bocche da fuoco.

  • Il cinema Fulgor: ha sempre affascinato Federico Fellini, che da ragazzo lo frequentava e che lo ha evocato nei sui film come "Amarcord" e "Roma".Era solo una sala di provincia, una delle tante che affollavano i centri delle città quando il cinema fabbricava sogni e raccontava mondi. Poi, con i film di Fellini, prima Roma e poco dopo Amarcord, quella piccola sala, con le panche di legno sotto lo schermo, è entrata nel mito, diventando la più conosciuta e citata al mondo; il simbolo stesso del cinema come arte dell’evasione e del sogno. Il cinema, dopo essere rimasto chiuso al pubblico per diversi d'anni, ha riaperto ufficialmente le porte Ii 20 gennaio 2018, giorno del compleanno di Federico Fellini.  Un giorno memorabile in cui, al termine dei lavori di un delicato e importante intervento di ristrutturazione dello storico palazzo.

  • La darsena: alla sinistra del porto sorge la darsena Marina di Rimini. E’ uno dei porti turistici più belli e all’avanguardia di tutto il Mediterraneo. Con i suoi oltre 600 posti barca e uno specchio d’acqua che supera i 100.000 metri quadrati, circondato da ristoranti, locali di tendenza e dalla spiaggia di San Giuliano Mare, questo è un luogo ideale, non solo per gli amanti della vela e del diportismo, ma per tutti coloro che desiderano fare una passeggiata unica, da un balcone naturale che si affaccia sul mare. Il percorso pedonale sopraelevato, lungo più di un chilometro, in un sali e scendi continuo, permette di godere di una vista spettacolare. Una curiosità: non lontano dalla darsena (in via Fante) c’è una casetta di pescatori interamente rivestita di conchiglie.

  • Piazza tre martiri: sorge sull'area dell'antico Foro romano, dove si vuole che Giulio Cesare arringasse i suoi soldati dopo aver attraversato il Rubicone. Sulla piazza si trovano la Torre dell'Orologio e l'ottagonale tempietto di S. Antonio. La zona ha subito gravi danni durante la seconda guerra mondiale ed è stata in gran parte ricostruita. Antico Forum romano posto all'incrocio tra il 'decumano' e il 'cardo' massimi, per secoli 'piazza delle erbe' (i portici ne rivelano la secolare funzione), diventò poi Piazza Tre Martiri, in memoria di tre giovani partigiani che qui vennero giustiziati (Mario Cappelli, Luigi Nicolò, Adelio Pagliarani).

Come vedi c’è davvero tanto da fare durante la tua vacanza a Rimini, affrettati a prenotare per assicurarti servizi e convenienza!

 

Tra i vari pacchetti in Riviera Adriatica, a Rimini la vacanza si arricchisce degli spunti storici e culturali, offrendo molteplici occasioni di svago e relax.

 

A maggior ragione si tratta di una ghiotta occasione, se consideri che le nostre offerte vacanze a Rimini 2021 si caratterizzano di tanti servizi:

  • Speciale buffet della Prima colazione: un vero Breakfast Show tutte le mattine!
  • Ottima qualità del sonno con comodi letti sommier
  • Camere insonorizzate
  • SKY Vision gold e Wi-Fi gratuito in tutto l'hotel
  • Express check in e check out
  • Ristoranti convenzionati
  • Posto auto a disposizione (a pagamento, su prenotazione)
  • Consigli su passeggiate ed escursioni per scoprire tutta la bellezza e la storia di Rimini ed il suo entroterra
Blocca la tariffa più conveniente per le tue vacanze
VERIFICA DISPONIBILITÀ!
Contattaci direttamente:
Questa è una
Offerta in Corso
Affrettati!
Vacanza in libertà!
   Verifica Disponibilità
  Nessun Intermediario
non ci sono intermediari, contatti direttamente l'hotel
  Miglior tariffa garantita
solo prenotando da questo sito
  Offerte esclusive
esclusivi pacchetti e promozioni disponibili solo sul nostro sito
Contattaci Direttamente
+39 0541390990
info@riminiluxor.com
Weekend a Rimini
" Hotel veramente molto bello. Camera pulita e bella. Colazione buona con ampia scelta. Posizione davvero comoda, ma soprattutto le ragazze in reception gentilissime e sempre disponibili. Mai trovato questa cortesia negli altri alberghi. Complimenti, da tornarci sicuramente. E super consigliato. "
icon Recensioni, Hotel Luxor07/09/2020
viviedda | Italia
Condividi questa Offerta
   Verifica Disponibilità